Novità Coronavirus

In questo periodo di forte sovrabbondanza di informazioni riguardanti il Coronavirus e come i mercati finanziari stanno reagendo, abbiamo deciso di portarvi settimanalmente le più importanti novità per farvi restare aggiornati. Partiremo con una analisi delle più importanti news da tutto il mondo per poi vedere come le maggiori coppie del mondo Forex e non solo si stanno muovendo.

Dati incoraggianti

Secondo le ultime stime, nell’ultimo mese l’Italia ha registrato il minor numero di infezioni dall’inizio della pandemia. Anche Germania e Spagna stanno mostrando segni di ripresa, anche se l’attenzione è sempre altissima. Gli Stati Uniti stanno registrando un minor numero di contagi nelle aree in cui il virus ha colpito prima (vedi New York) mentre nelle zone rurali e ad Ovest si stanno evidenziando i primi casi seri di Coronavirus. La “distanza sociale”, ossia l’unica cura e opzione che in questo momento possiamo usare contro il virus, sembra quindi avere i primi effetti positivi, diminuendo in maniera proporzionale la diffusione e rallentando così la curva di contagi che fino a pochi giorni fa sembrava non poter aver fine.
Non solo, questo rallentamento dell’epidemia sta aiutando i mercati a prendere una boccata d’aria dopo alcune settimane di fuoco in cui si è vista una delle volatilità più alte di sempre.
Ieri sera l’indice Nasdaq 100, ossia l’indice che misura l’andamento dei principali titoli tecnologici al mondo, è tornato ad avere una spinta rialzista e questo fa ben sperare nel lungo periodo.
Per saperne di più sul Coronavirus e le novità di questa pandemia ecco un buon sito.

COVID-19, uno sguardo ai mercati

Mentre il virus sembra aver arrestato momentaneamente la sua corsa, i mercati tornato a respirare e l’economia globale sembra in stallo. Molti governi stanno decidendo come muoversi per aiutare le persone bloccate a casa dal “lockdown totale” e per provare a riprendere quelle attività che permettono la distanza tra gli individui.
Nelle ultime settimane il dollaro statunitense ha perso valore contro le sue principali rivali, così come il petrolio, uno degli asset che più in assoluto sta subendo le misure restrittive imposte.
Le novità per quanto riguarda i maggiori “pair” del mondo valutario sono:
EURUSD, ancora bloccato nella zona molto importarte 1.09. Dopo un’inzio di settimana interessante con due giorni piuttosto rialzisti, ora il pair più transato al mondo sembra aver difficoltà a superare la resistenza storica situata al livello di 1.09. I segnali sembrano essere favorevoli ad un push rialzista visto anche i recenti movimenti dell’oro (coppia XAUUSD) con cui c’è una correlazione positiva.
XAUUSD, verso i massimi storici? Dopo molta instabilità data anche dall’annuncio della FED della stampa di maggiore moneta, ora l’oro sembra aver ripreso la scalata verso i massimi storici. Rotta la resistenza a quota 1700$ all’onca, la domanda da porsi è: quanto in alto potrà andare? Nella giornata di ieri è stato segnato il nuovo massimo degli ultimi 7 anni: quota 1747$.
USDJPY, fermo nella terra di nessuno. In questo momento di incertezza è difficile dire dove potrà andare questo “pair”, l’unica sicurezza è che ci troviamo nella terra di nessuno dove tutto può accadere. Nelle ultime settimane la correlazione ORO-USD sembra essere instabile, portando USDJPY in un range di 300 pip, che va da 106.00 a 109.00.
USOIL verso un nuovo minimo? Come l’oro il petrolio sta subendo questa crisi in maniera però contraria. Il prezzo per barile, infatti, è sceso fino a 19.90$, una cosa mai vista negli ultimi 18 anni. Finchè il Coronavirus non sarà debellato e le tensioni tra Russia e Arabia Saudita non finiranno, chi può prevedere quanto in basso può andare?

Per quanto riguarda le criptovalute vi consigliamo di guardare questo articolo per capire quale potrebbe essere la prossima mossa del Bitcoin.
>>> Bitcoin, quale sarà la prossima mossa della criptovaluta più famosa al mondo? <<<


Insomma, nonostante dal punto di vista del Coronavirus ci siano delle novità che fanno ben sperare, dall’altra i mercati sembrano in una fase di consolidamento che potrebbe portare a delle brutte sorprese.
State molto attenti alla volatilità di questi giorni e, come sempre, buon trading a tutti!

Comments (No)

Leave a Reply